5 motivi per non tingere i capelli e se proprio devi farlo, vediamo come

da Mara Mencarelli  -  27 Aprile 2020, 10:34  -  #make up - profumi- prodotti per il corpo

 

La moda dei capelli tinti dilaga tra le donne giovani, meno giovani, anziane, ma anche tra gli uomini, specie negli ultimi anni. Ma tingersi i capelli è giusto? E' salutare? Sicuramente no! Sebbene la moda inneggi ai colori: rosa, verde, azzurro, rosso, biondo platinato e quant'altro, tingersi i capelli è davvero deleterio. Si stressa il capello, si intossica l'organismo, si danneggia la cute e si innescano, talvolta, antipatiche reazioni allergiche. Quindi, i motivi per non farlo sono molteplici, ma la nostra vanità e la voglia di cambiamento ci spingono ad utilizzare le tinte. 

5 motivi per non tingere i capelli e se proprio devi farlo vediamo come

5 motivi per non tingere i capelli e se proprio devi farlo vediamo come

 

5 motivi per non tingere i capelli 

 

  1. Tutte le tinte ma anche quelle definite naturali, sono tossiche per l'organismo. Quelle naturali, sono, senza ombra di dubbio, da preferire ampiamente, ma spesso danno dei risultati meno incisivi e durano di meno.
  2. Molte tinte contengono delle sostanze che possono risultare irritanti per il cuoio capelluto ed innescare delle infiammazioni anche di lunga durata.
  3. Anche quando ci sembra di tollerare bene una tinta, è bene sapere che talvolta il prurito che insorge nei giorni a seguire, il mal di testa, la nausea, l'inappetenza, l'insonnia, od altri sintomi,  sono dovuti proprio a questo prodotto di bellezza. La pelle ha una reazione allergica e la manifesta con il prurito
  4. In alcuni casi la reazione può essere talmente intensa da procurare un vero e proprio shock anafilattico. Per questo sarebbe opportuno testare sempre la tinta in una piccola zona della testa, anche se non è detto che un prodotto usato da tempo non possa dare, improvvisamente, delle reazioni allergiche.
  5. Rovina i capelli, li sfibra e li distrugge nella struttura. Anche la tinta più naturale apporta un danno alla fibra del capello, In particolar modo sono da evitare le decolorazioni e le tinte troppo differenti dal nostro colore base che, pratiche che richiedono interventi distruttivi per i capelli. 

5 motivi per non tingere i capelli e se proprio devi farlo, vediamo come

Ma la moda è la moda; e la voglia di cambiare colore è, talvolta,  davvero grande. Se vogliamo proprio tingerci i capelli senza averne necessità (come nel caso dei capelli bianchi), optiamo sempre per tinte naturali e colori non invasivi dal punto di vista "dell'attecchimento" e della loro "rimozione". Il mercato offre tinte colorate che dovrebbero andar via con il lavaggio ma che in realtà non si rivelano affatto così e, alla fine risultano deleterie per la rimozione, oltre che per l'applicazione. 

 

 

Per cambiare look una valida alternativa viene anche da piccoli e contenuti colpi di colore o di sole, meches ed anche dal noto shatush che tinge i capelli a gradazione, partendo da una certa altezza. Si possono ottene  shatush  biondi, neri, castani,  shatush  rossi o  viola, shatush  grigi e così via. Se impostato su una scala cromatica che parte dal vostro colore naturale vi permette di risparmiare stress alla cute e al bulbo. 

 

Valorizzare la propria chioma

 

Ad ogni modo, ogni volta che ci si sottopone ad una tinta, è bene bere molto per smaltire le possibili sostanze nocive che sono presenti all'interno del prodotto. 

Insomma, tutto sommato, sarebbe bene imparare ad apprezzare il proprio colore ed i propri capelli salvaguardando la chioma, e apportando modifiche con tagli innovativi o  magari piccoli tocchi di colore o "riflessanti" non particolarmente invasivi.