Come scegliere il disegno da tatuarsi e dove farlo: i Maori

da Mara Mencarelli  -  29 Maggio 2019, 14:12  -  #benessere e alimentazione

I tatuaggi sono ormai all'ordine del giorno esattamente come l'uso dei piercing, gli uomini preferiscono alcune zone del corpo, mentre le donne optano decisamente per altre, sia per i piercing che per i tatuaggi. Stessa cosa riguarda i soggetti scelti  ed i punti sul quale farli tatuare. Anche gli stili sono molteplici, troviamo la vecchia scuola old style, la nuova scuola, tatuaggi stilizzati, altri in bianco e nero, altri a colore altri ancora realizzati come dipinti in acquerello su tela, altri ancora in stile Maori. Ciò dipende dal tatuatore che si sceglie e dallo stile che ha adottato per elezione.

 

Come scegliere il disegno da tatuarsi e dove farlo: i Maori
Come scegliere il disegno da tatuarsi e dove farlo: i Maori

 

I tatuaggi Maori 

Alcuni tatuaggi, come quelli maori hanno un significato ben preciso, ma spesso dietro alla scelta di un tatuaggio emerge quasi sempre un motivo psicologico e personale ben preciso. I tatuaggi Maori hanno origine nei popoli della Polinesia in cui i guerrieri ed i navigatori utilizzavano i simboli incisi sul proprio corpo per identificare lo status sociale e raccontare la loro storia.  Uno dei più importanti tatuaggi Maori è il Mako, realizzato per gli uomini sul volto e per le donne sul mento, indispensabili per l'ingresso nella vita sociale della tribù. Un'altro tatuaggio Maori ricco di significato che rappresentava la rinascita spirituale è il Kirituhi.

  • I Tatuaggi Maori femminili più diffusi sono la farfalla, O libellula, il delfino, il geco e la stella. 
  • I Tatuaggi Maori maschili sono, la libellula, la balena, lo squalo, il sole, la rondine, il mare ed il granchio, felce, fenice, croce marchesiana che simboleggia l'armonia, ed infine Te manaia, un essere mitologico con la coda di pesce il corpo di uomo e la testa di uccello. 

 

                                                        Altre tipologie di tatoo da scegliere

 

Oltre ai tradizionali e suggestivi Maori, i tatuaggi attuali risentono della vita sociale di ogni soggetto che decide di tatuarsi in genere, un'oggetto ed un immagine che lo identifica, o che ha una storia da raccontare, una frase od un nome ricco di significato, un disegno puramente estetico e grazioso, (per le donne) o incisivo e talvolta aggressivo per un uomo. Alcuni tatuaggi estesi raccontano una vera storia.

 

 

Come scegliere il tatuaggio

 

Dal punto di vista estetico, invece, è bene valutar il colore della propria pelle ed il proprio aspetto in modo da poter scegliere un tipo di tatuaggio, sia nella forma che nei colori, che non stoni con il contesto nel quale andrà inserito. Alcune zone del corpo sono da evitare perché con l'avanzare dell'età potrebbero dar vita a tatuaggi davvero antiestetici, come ad esempio, per le donne l'intorno coscia e l'interno del braccio (bicipite). 

 

Iniziare con piccole disegni in zona del corpo che resistano meglio, a livello di pelle, agli anni che passano ed al corpo che ingrassa o dimagrisce costituisce la soluzione migliore, sia per le donne che per gli uomini. Queste zone sono la spalla, il collo sotto la nuca, la mano e le dita, il polso interno, avambraccio, a seguire, ma dipende anche dalla propria fisicità e muscolatura, l'esterno della coscia, polpaccio e  spalla.